martedì 31 agosto 2010

Dean e le quattro razze umanoidi

E’ venuto anche in Italia, all’inizio dell’estate, e ha parlato a un convegno svoltosi in Calabria. Più in generale, è “agitato” e, soprattutto, appare risoluto ad attaccare. Stiamo parlando di Robert Dean, ex sergente maggiore della Nato ma, nella sua ultradecennale carriera di militare, pure comandante di unità operative nelle guerre in Corea e in Vietnam.


Va all’attacco di che cosa? Di quella che lui sostiene essere una verità ormai non più mascherabile: gli alieni non solo ci scrutano, ma da tempo stanno prendendo le “misure”, con interesse, al genere umano.
Tra le razze extraterrestri ce ne sarebbero infatti quattro con il “taglio” umanoide e una di queste, oltretutto, sarebbe formata da individui perfetti. Noi, insomma, saremmo degli ibridi di serie B.

Certo, ripensando a certe escursioni sulla “razza pura” fatta da ben noti e tristi personaggi della storia, vengono i brividi e occorre frenare. Però, in assoluto, depurando le riflessioni da ogni basso istinto e da certi orrori, potrebbe anche starci che, in un ipotetico ranking di entità che popolano l’universo, noi non si sia al posto più elevato (posto e premesso che occorre pure mettersi d’accordo su questo concetto).
Comunque, le parole e l’incavolatura di Dean sono riassunte in questa frase, pubblicata dal sito http://www.nonapritequelportale.com/:

“Sono stanco, arrabbiato e spazientito… il tempo è venuto, è ora di dire le cose come stanno. Ho atteso trent’anni questo momento e la mia pazienza è finita. Oltretutto si sta parlando di un argomento che è il più importante dei nostri tempi e certamente uno dei più significativi di tutta l’umanità”.

Come dargli torto? Se venisse provato che si è coperta l’esistenza degli alieni, qualcuno dovrebbe un giorno fornire adeguate spiegazioni, al di là del ragionevole motivo di celare per non impressionare una massa che potrebbe essere colta dal panico.




Una cosa su tutte mi ha colpito: un uomo, per quanto non lo conosca e non lo possa giudicare nel grado di attendibilità, che ha frequentato per tanto tempo ambienti di un certo profilo del suo Paese, gli Stati Uniti, è tra quelli che sospetta complotti e coperture: è solo un pazzo, un mitomane scriteriato, o un furbastro in cerca di facile pubblicità? Per la cronaca, l'ex militare comincia dalla Nasa.

E non è necessario arrivare alla storia controversa, anzi di più, delle missioni fantasma Apollo 19 e Apollo 20.
Ci si può tranquillamente fermare alle spedizioni che, con buona pace di coloro che sostengono che l’uomo non è mai andato sulla Luna, sono state ufficialmente consegnate ai libri di storia.

di Flavio Vanetti
Fonte: misterobufo.corriere.it
Tratto: http://sguardidalcielo.blogspot.com


La nostra galassia, la via lattea, contiene tra i 100 e i 200 miliardi di stelle e relativi sistemi solari.
Il nostro sistema solare occupa una microscopica porzione della zona periferica di un 'braccio' della galassia.
I sistemi solari contenenti pianeti con un habitat simile alla nostra terra sono nell'ordine delle centinaia di migliaia SOLO nella nostra galassia.
Credere di essere soli è come pensare di trovare un solo germoglio in un vastissimo campo di grano.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...