mercoledì 24 novembre 2010

L'Eterno Divenire

L'essere umano, per sua natura, riduce il senso dell'esistenza a sua immagine e somiglianza. Siccome tutto ciò che vede intorno a se, ha una origine e una fine, ne desume illusoriamente che "tutto" abbia analoga dinamica di funzionamento.


E ne conclude, altrettanto illusoriamente, che anche l'Universo sia stato creato da qualcuno. E giustamente chiede ai religiosi "chi ha creato l'Universo?" E un coro di voci, in modo stereotipato, gli risponde: "è stato creato da "Dio" Ma quando al coro viene chiesto "e Dio chi lo ha creato?" non arriva risposta... o gli viene detto "dogma della fede".
Nella migliore delle ipotesi, viene risposto: "Dio è. Punto e basta".
Ma così facendo non spiegano il concetto esoterico sotteso a questa informazione.

Poichè mi è stato chiesto infinite volte di spiegare l'origine del tutto, proverò a farlo io, pubblicamente, e usando parole quanto più semplici possibile.
Ebbene esistono tanti "livelli di esistenza", di cui quella "macroscopica", è solo un riflesso.
Esistono "dimensioni" dove non c'è inizio e non c'è fine: come un serpente che si morde la coda ... è l'Eterno Divenire.

Non tutti sanno ad esempio che a livello subatomico, vi è soluzione di continuità fra tutto ciò che esiste. Da cui la conseguenza esoterica: "tutto ciò che esiste è uno".
A livelli talmente infinitesimali da non essere neppure concepibili dalla mente umana o dalla sua matematica, le leggi fisiche conosciute, non esistono più. Tempo e Spazio, parimenti.
Si passa ad una forma "esistenziale" differente. Non c'è altro modo per descriverla.

Tutto questo NON significa che Dio non esista. Significa semplicemente che Dio comprende il Tutto, di cui è origine, e al contempo fine. Per chi è abituato al pensiero "nasco, vivo, muoio" è difficile da capire.

Ma gradualmente, con la meditazione, si percepisce di essere parte di questo Tutto. E quindi di ciò che molti conoscono con il nome di Dio.
Tu stesso, l'aria che respiri, i tuoi pensieri, le coincidenze che ti portano in un luogo, a vivere determinate esperienze nel bene o nel male, la vita stessa: Tutto è Dio e Dio è Tutto.
Anche il Tuo Sorriso. La Vita, sai, è come un viaggio, dove il tragitto è assai più prezioso che la sua destinazione. E' un viaggio di cui non devi avere paura. Mai.
Devi viverla a pieno, con buon senso e serenità, armonizzando le cose belle alle cose meno belle, senza dogmi, senza superstizioni.
Dio non va mai vissuto come una imposizione. Quella è una invenzione con cui alcuni poteri hanno piegato e piegano ancora oggi, le masse ai loro voleri, giustificando gli abusi e i soprusi che fanno loro subire.

Dio non è mai un dovere: è un amico.
Dio non da preferenze a un colore o un partito, o a una specifica religione. Perchè se così fosse, non sarebbe più il tutto, ma solo una parte del tutto. E una parte del tutto non è Dio. E' solo una parte ... Capisci cosa intendo?

Inoltre sono assolutamente sicuro che Dio non vada d'accordo con i rappresentanti di certe religioni, e in particolare con quelle che si sono arricchite confiscando beni, torturando, commettendo stragi, roghi, decapitazioni e giustificando questi orrori con il fatto di averle compiute in suo nome.
E non parlo di una religione in particolare. Parlo di tutte le religioni che nella loro storia hanno compiuto atti simili.
Dio è ben al di sopra delle logiche umane e sopratutto a quelle del vile denaro.
Dio NON è mai dalla parte del potere, e non affiderebbe mai il compito di rappresentarlo in terra ad alcuni uomini si, ed altri no.
Ogni Uomo è Tempio di Dio.
Ma Dio è anche nella Pioggia. E nei Sassi. E' in Tutto. Per Lui, il Cuore, ha un solo Colore.
Non guarda neppure alla forma che hai. Per lui si è tutti uguali.

Lo ripeto: Dio è tutto ciò che esiste, percepibile e non. In questo Universo, in quelli paralleli, fino alla loro più piccola dimensione e sfumatura.
E' compito della forma di vita autocosciente, come ad esempio l'essere umano, saper riconoscere Dio in se stesso, e sperimentarlo, comprendere di farne parte, senza inizio e senza fine, senza più dogmi, senza più superstizioni esattamente come in un serpente che ... si morde la coda ...

Adam Kadmon

2 commenti:

  1. Ho visto il blog da cui è stato tratto il testo. Credo che ti faccia piacere sapere che la penso come te e l'autore del post, anche se per me il problema è la pratica, ma noto con tristezza un tono di eccessiva consapevolezza nelle parole dell'autore. Di solito tendo a non fidarmi di chi si atteggia a predicatore. Come può un uomo pretendere di trasmettere una conoscenza che a parole non può essere trasmessa? come può essere così sicuro da che parte sta Dio? Gli è stato detto da Dio stesso? Dio non si schiera. dio è tutto, nel Bene e nel Male. Accettare questo è accettare la Vita, per lo meno, perchè Dio non è una cosa che possimo raggiungere in questa forma... e nessuno dovrebbe farsi portavoce dei pensieri di una cosa così aldilà di noi.
    Probabilmente a parlare è una sorta di rabbia che ho nei confronti di chi finge di essere chi non è ma spero che questo non sia uno di quei casi, spero di essermi sbagliata... "Ogni uomo è tempio di Dio" non può esserci frase più vera.
    Quello che credo , però, è che nessun predicatore possa dirti davvero cosa Dio è. Cosa sia il Tutto. Solo tu puoi capirlo, se mai ci riuscirai. Nessuno può insegnarti le cose importanti della vita in questa forma. Spero di non essere sembrata ciò che biasimo tanto, un predicatore,e spero non giudicherai male le mie parole, è che... se uno vuole diventare un buon discepolo della Vita dovrebbe imparare ad essere umile. tutto qui. notte!

    RispondiElimina
  2. un strana coincidenza... quello che tu hai descritto l'ho vissuto oggi sulla mia pelle: dopo anni ho partecipato ad un catechismo.
    Si è parlato del cristianesimo, di Gesù, di Dio... avrei voluto alzarmi ed esplodere.
    Dire che Gesù ed i primi cristiani (portavoci di Valori Universali) non hanno nulla che fare con il potente mondo ecclesiastico, che il concetto di "Dio" non ha nulla a che fare con l'entità divina del vecchio testamento che assieme al pantheon degli dei delle svariate religioni hanno un so che di "alieno".
    Dio è una Forza presente in tutti noi. Primordiale. Pura. Che va oltre il duplice concetto di Bene e di Male.
    Ma ho taciuto...
    Questo è quello che io sento, ma non posso esprimerlo con persone che hanno la assoluta convinzione del loro credo. Con un sistema millenario ben radicato nella nostra società e cultura.
    Ed ecco che nascono personaggi come Adam Kadmon, il movimento Zona Onirica, questo blog e il tuo commento al post...
    Nella speranza che la gente impari a Guardare Oltre.
    non per caso mi piace utilizzare il seguente saluto:
    Namaté Goccia di Neve

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...