sabato 19 maggio 2012

La finta opposizione al sistema di Adam Kadmon e della trasmissione Mistero

Avevo espresso in un precedente articolo le mie perpelssità sulla trasmissione di Mistero, in una puntata della quale è stata mandata in onda una mia intervista. Quando ho acconsentito a partecipare a quella puntata ero ben cosciente che da una trasmissione che va in onda su uno dei canali più seguiti in Italia c'è da aspettarsi di tutto. 
 
 
Il dubbio che qualcuno potesse utilizzare quel servizio sulle scie chimiche per scopi manipolatoriera più che legittimo. Quando poi ho visto come in quella trasmissione hanno tagliato tutte le parti più salienti della mia intervista i miei legittimi dubbi si sono concretizzati. Tagliando molte delle parti più efficaci sulle prove delle scie chimiche, si è lasciato l'argomento "avvolto nel mistero", piuttosto che farlo apparire come una fondata verità scientifica e storica.
Le successive puntate di Mistero hanno visto mostrato un continuo declino rendendomi convinto che la finalità di quella trasmissione sia da sempre stata quella di portare le persone che pur si accorgono di scie chimiche, NWO ed altre orrende cospirazioni a seguire dei Guru ben poco attendibili, ed a far cadere molte persone nelle braccia di astuti manipolatori.

In molte di queste puntate si sono visti dei video di un certo Adam Kadmon, personaggio che all'inizio faceva anche denunce condivisibili ma sul quale ho sempre avuto dei sospetti: un personaggio che partecipa ad una trasmissione di una TV tra le più seguite della nazione che afferma di non potere mostrare il proprio volto per paura di ritorsioni? Come se fosse davvero possibile farsi intervistare dalla TV dell'ex presidente del consiglio e mantenere l'anonimato! Se aggiungiamo la retorica un po' banale in stile New Age presente sul suo sito probabilmente il quadro è ben delineato.

Solo illazioni dirà forse qualcuno a questo punto, ma il signor Kadmon (o chi per lui) ha di recente gettato via la maschera ed ha iniziato a fare propaganda per lo stesso sistema che fino a poco prima faceva finta di denunciare.

Pensate che costui ha addirittura affermato che il famigerato "batterio killer" sarebbe stato diffuso dai terroristi musulmani per vendicare la morte di Osama Bin Laden. Come se non bastasse questa entità ha affermato che dietro le scie ci sarebbero velivoli alieni che si camuffano per mezzo di ologrammi, guarda caso la tesi portata avanti di recente da Tom Bosco.

Condiviso quindi quanto scritto sul sito tankerenemy nell'articolo Dov'è andato Adam?
La censura conosce due forme estreme: la cancellazione di ogni contenuto sgradito al sistema; la pubblicazione di certi contenuti sgraditi al sistema, ma astutamente manipolati. Delle due forme, la seconda è più pericolosa.
Ultimamente sono stati realizzati, a nome di Adam Kadmon, due filmati di obliqua disinformazione. Nel primo si descrivono le attività di aerosol clandestine come dovute a sonde (le sfere) che, stando a quanto dichiarato, creerebbero ologrammi con l’aspetto di aerei. Tuttavia gli aerei olografici, per quanto ci consta, non decollano né hanno incidenti. Non è forse un caso se questa stessa bislacca ipotesi è stata ventilata da Tom Bosco e dal suo mentore, Andrea Rampado di "Nexus", rivista indipendente solo all’apparenza.

Nell'ultimo video, in riferimento al "batterio killer" Escherichia.coli, Adam Kadmon si spinge oltre, affermando, verso la fine del documento, che il microorganismo potrebbe essere stato creato in laboratorio dai cosiddetti jidahisti. Secondo lui, o secondo chi manovra Adam Kadmon, il microorganismo sarebbe stato diffuso dai terroristi musulmani per vendicare la morte di Osama Bin Laden (sic). L’autore deplora che il governo statunitense non abbia mantenuto il riserbo sull’uccisione di Bin Laden, esponendo così l’Occidente alla ritorsione di Al Qaeda (leggi Al C.I.A.da).

A conferma delle nostre legittime perplessità, sollevate dai recenti exploits di Adam Kadmon (o da coloro che sono, magari, subentrati a lui), si aggiungono altri fattori importanti.

- Adam, o chi per lui, non ha accettato due nostri commenti, anzi ha rimosso il primo, dopo una prima sua "improvvida" pubblicazione.

- “La sentinella dell’informazione” ora, quando inserisce i suoi interventi, non scrive più, esprimendosi in prima persona singolare, ma con il “noi”: "Noi abbiamo...", "Ci siamo...", "Intendiamo ricordare..." etc.

L'ultimo nostro commento che è stato censurato è il seguente:

 
 
“Sono allibito: che cosa c'entrano i cosiddetti "terroristi islamici" con il batterio killer? Solo nei laboratori militari di Stati Uniti, Russia, Canada, Cina etc. hanno il know how, le risorse e le tecnologie per creare batteri modificati geneticamente”.
Le ipotesi quindi sono due.

1) Adam Kadmon ha pazientemente tessuto la sua tela per acquisire via via visibilità e credito, per poi iniziare a disinformare, intrecciando mezze verità a menzogne ufficiali. E’ solo l’ultimo caso di una lunga serie.

2) Adam Kadmon è stato sostituito.

Propendiamo per la prima ipotesi.

 
 
La parabola di Adam Kadmon è molto istruttiva: da voce fuori dal coro a falso divulgatore di segreti. Il tutto è avvenuto sotto l’egida di una rete televisiva appartenente al sistema, che già nelle ultime puntate di "Mistero" (si pensi all'imbiguo servizio sul Morbo di Morgellons), aveva manifestato chiari segnali di deriva. (...)

NOTA: Il video sul batterio killer è sul sito ufficiale della trasmissione “Mistero” (Mediaset) ed è stato realizzato dallo stesso studio di produzione, Quadrio TV, che ha creato i servizi mandati in onda da Italia 1. Ciò presuppone una precisa regia.ù
 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...