giovedì 20 settembre 2012

Dei del Cielo, Dei della Terra - Giorgio Pastore

Dèi del cielo, dèi della Terra è un viaggio alla scoperta di noi stessi, attraverso l’analisi di antichi miti e leggende, che ci raccontano di un mondo precedente il nostro, sepolto dalle sabbie del tempo. Come nacque la vita sulla Terra? Come nacque l’uomo? E, perché questi è così diverso da tutti gli altri esseri viventi di questo pianeta? 


Queste sono solo alcune delle domande alle quali in questo libro si cercherà di rispondere, risalendo a ritroso nel tempo, per giungere su Atlantide, il mitico continente sommerso in una sola notte, in un’era nella quale gli dèi parlavano ancora agli uomini. Queste stesse divinità, sopravvivono nel tempo, in tutte le tradizioni del mondo antico. Muta il loro nome, ma non il loro volto. Sopravvivono negli antichi miti dei popoli, nei sabbiosi reperti archeologici, in meravigliose tracce che lo studioso moderno segue, nella speranza di scoprire la verità sull’uomo e sulla sua genesi. È nostro dovere conoscere chi siamo, indagare il passato alla ricerca delle nostre origini e delle risposte alle domande che pesano da millenni sull'odierna civiltà. L’umanità di oggi è il risultato di una lunga evoluzione che potrebbe trovare il suo inizio in un paradiso terrestre reale, divenuto un mito solamente in seguito. 

I sacri testi dell’umanità, i miti e le leggende che sempre nascondono un fondo di verità, ci narrano di un mondo ancestrale, fantastico, prodigioso e per molti aspetti incredibile. Esseri divini, creatori dell’umanità, visitavano il mondo a bordo di meravigliosi carri celesti, gli stessi oggetti volanti non identificati che, secondo alcuni ufologi, ancora oggi solcano i nostri cieli. In molti antichi testi e in preziosi manufatti sopravvissuti fino ai giorni nostri, ritroviamo straordinarie cronache di un passato ormai dimenticato, che attende ancora di essere svelato.
Quando ne saremo in grado, potremo dare un nome a tutti quei reperti “impossibili” presenti nei musei, agli anacronismi scoperti dagli archeologi, a civiltà ancora senza volto, ai costruttori delle piramidi o di altre meraviglie simili, ma questo cammino si presenta ancora lungo e tortuoso. 


Questo libro vuole essere un contributo, un ulteriore passo verso la verità, un traguardo sempre più difficile da raggiungere, perché più soli sorgono, più lune crescono, più sono le cose che l’uomo dimentica. Già molto è andato perduto. 
Non lasciamo che i detriti del tempo che scorre impetuoso coprano le ultime tracce di questo prezioso passato, solo così potremo avere una visione completa del nostro essere, solo così, svelando il mistero delle nostre origini, potremo plasmare, concepire e dare un senso al nostro futuro, evitando di ripetere i medesimi errori che in un remoto passato furono la causa del tramonto di intere civiltà.

Giorgio Pastore è andato alla ricerca di questo "sapere perduto". Esperto di clipeologia, "un ramo ancora eretico dell'archeologia", che la scienza cosiddetta ufficiale cerca di ignorare, tacciandola di spacciare fantasie più che fatti reali, ci porta dritti verso la nostra storia nascosta.

L'Autore rilegge in una nuova chiave la Genesi, il mito platonico degli ermafroditi, la nascita di Eva da una parte di Adamo, il Paradiso Terrestre (che appartiene a molte civiltà), la Grande Madre e il matriarcato, l'epopea di Gilgamesh.
Esamina le leggende connesse a civiltà oggi scomparse, in particolare Atlantide, da sempre il mito più affascinante; i segreti delle piramidi (ce ne sono, ben poco note, anche in Italia); il Diluvio Universale, di cui abbiamo tracce in quasi tutti i popoli antichi; gli anacronismi, come le monete siberiane del Giurassico e le sfere metalliche scanalate di quasi tre miliardi di anni fa; le lampadine di Denderah, nell'antico Egitto; gli immensi massi di Baalbek, troppo enormi per essere trasportati, nondimeno usati per costruire una spettacolare piattaforma; le macchine volanti dell'India; le armi che lanciavano raggi di luce come la spada laser di Guerre Stellari.
La quantità dei dati riportati nel libro è enorme, di seguito il link per l'acquisto:


Giorgio Pastore è un giovane ricercatore, presidente dell'Associazione Culturale C.R.O.P. e webmaster del sito www.croponline.org.

Questo è il suo primo libro e per sapere altro ancora visita la sua pagina web personale:
www.joepastore.com

Tratto dalla prefazione di Alfredo Lissoni
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...