domenica 2 settembre 2012

La Chiesa Cattolica è un costrutto Cripto Giudaico

La Chiesa Cattolica Romana venne fondata da cripto-ebrei come “facciata cristiana” per la loro religione babilonese. Sia l’ebraismo che il cattolicesimo si basano sui misteri babilonesi. L’articolo di Tony Blizzard, La Chiesa cattolica fu un baluardo contro i cabalisti, inizia con una premessa del tutto discutibile. 

 
Blizzard sostiene che l’Inghilterra, prima del protestantesimo, fosse conosciuta come “Merry Old England” ed era la nazione più felice sulla Terra. Il parere di Blizzard, tuttavia, sembra essere basato, in larga misura, sulla mitologia. Roy Judge, esperto di folklore inglese, dichiarò che “Merry Old England” fosse un mondo leggendario che non esistì mai realmente. Non tutti sono d’accordo con Judge. Perché un tale disaccordo? Perché, la propria visione della storia è completamente determinata dal punto di vista con la quale la si percepisce. Sono certo che sacerdoti, vescovi e cardinali, dal loro punto di vista, ben ricorderanno il periodo in Vaticano nell’epoca pre-Riforma. A Roma erano registrate 6.800 prostitute nel 1490 (prestanti servizio), utilizzate per la maggior parte, dal clero romano. Tenete a mente, che la Città aveva una popolazione di soli 90.000 individui e il totale non comprende le prostitute clandestine. Se, invece, guardiamo il Vaticano dal punto di vista delle prostitute o della loro progenie illegittima, la Santa Sede ne uscirà nettamente peggio.
Mentre alcuni figli illegittimi divennero effettivamente papi, altri non furono così fortunati.

Nel 655, il Nono Consiglio di Toledo decretò che i figli dei sacerdoti che non erano rimasti né celibi né casti sarebbero diventati per sempre schiavi della Chiesa cattolica.
Nel 1548, Papa Paolo III, rilasciò un editto, nella quale dichiarò che chiunque a Roma “poteva liberamente e legalmente acquistare e vendere pubblicamente qualsiasi tipo di schiavo.” 
Non sorprende quindi scoprire che, durante la guerra civile degli Stati Uniti, il Vaticano fu l’unica nazione a riconoscere la sovranità degli Stati Confederati del sud
Sono sicuro che gli ex proprietari delle piantagioni nei paesi del sud ricorderanno con affetto la loro esperienza nelle piantagioni. Gli ex schiavi, però, vivranno lo stesso ricordo con uno stato d’animo completamente diverso. 

Tornando al tema dell’Inghilterra feudale, l’aristocrazia e il clero romano certamente considereranno quel periodo idilliaco! Che dire dei cristiani che volevano seguire il cristianesimo biblico? L’allegra Inghilterra offriva loro un territorio giovale? La risposta è inequivocabilmente no. 
Come avrebbe potuto esserlo quando non c’era una vera libertà di coscienza? 
L’Inghilterra, prima della cosiddetta Riforma era un Paese superstizioso che perseguiva chi si opponeva alle pratiche pagane della Chiesa cattolica romana. Suggerirei ai lettori Atti e Monumenti di John Foxe, il quale fornisce un resoconto autorevole dell’oppressivo regno cattolico romano in Inghilterra prima della Riforma protestante. L’imponente opera è disponibile online all’indirizzo www.johnfoxe.org. 

Qualsiasi disaccordo con la teologia cattolica romana in quel momento veniva accolta con una punizione rapida e sicura. La persecuzione dei cristiani biblici da parte della Chiesa romana nella “Merry Old England” non si fermava neppure di fronte alla morte. 
Per esempio, nel 1415 l’inglese John Wycliffe (1328-1384), venne giudicato “eretico” 30 anni dopo la sua morte da parte del Consiglio cattolico di Costanza. Papa Martino V ordinò che il corpo di Wycliffe venisse riesumato, bruciato e che le sue ceneri fossero gettate in un fiume. Il papa ordinò anche la distruzione dei libri di Wycliffe. 

RIGUARDO I TALMUDISTI 
Blizzard afferma che talmudisti ritenevano la “Chiesa costruita da Cristo” la loro unica e principale nemica. Sicuramente il cristianesimo biblico è il principale nemico dei talmudisti. Blizzard, però, presumibilmente ritiene che la “Chiesa costruita da Cristo” sia una descrizione della Chiesa cattolica romana. La Chiesa romana è tutt’altro che una “Chiesa costruita da Cristo”. 
Infatti, lasciatemi dichiarare senza mezzi termini, che la Chiesa cattolica romana non è per niente una chiesa cristiana. La Chiesa Cattolica Romana non ha quasi alcun accordo dottrinale con il cristianesimo biblico. 
Gli Ebrei Talmudisti, nel corso degli anni, sono stati in conflitto con la Chiesa romana, ma i periodici disaccordi non hanno cambiato la sinergia storica tra i due nella lotta contro il loro nemico comune: il cristianesimo biblico
La sinergia tra il Vaticano e gli ebrei talmudisti è in parte spiegata dal fatto che la Chiesa Cattolica Romana venne fondata da cripto-ebrei come una falsa facciata cristiana per la loro religione babilonese. 

Sia l’ebraismo che il cattolicesimo si basano sui misteri babilonesi. Fin dall’inizio, la Chiesa cristiana fu coinvolta in una lotta spirituale contro il giudaismo. Il giudaismo non poteva vincere in un testa a testa spirituale contro il cristianesimo. Fu necessario, per gli ebrei, concentrare gli sforzi nel boicottaggio della chiesa cristiana. La loro strategia a lungo termine fu quella di cambiare la chiesa cristiana dall’interno, per allinearla più strettamente alla loro teosofia giudaico/babilonese. 

La strategia di giudaizzazione portò in ultima analisi, alla costituzione della Chiesa cattolica
Ci sono prove storiche della comune discendenza babilonese tra ebraismo e cattolicesimo romano. 
Dopo la caduta di Gerusalemme, gli ebrei cabalisti migrarono ad Alessandria dove sintetizzarono la loro stregoneria caldea con la filosofia neoplatonica occultandole con della terminologia Cristiana. 
Cercarono poi di introdurre questa nuova filosofia gnostica pagana nella nascente Chiesa cristiana. 

La penetrazione della vera Chiesa spirituale di Cristo fu insignificante. Ciò che questo gnosticismo ebraico aveva realizzato fu la creazione di un nuovo surrogato di chiesa “cristiana”, che crebbe fino a diventare quello che oggi conosciamo come la Chiesa cattolica romana. Tali fatti vennero occultati dai resoconti storici della Chiesa cattolica. 

INFLUENZE GIUDEO/BABILONESI 
Possiamo notare l’influenza Giudeo/babilonese nell’organizzazione della Chiesa cattolica romana. 
Il Collegio Cardinalizio Vaticano è la versione cattolica del Sinedrio ebraico. Il Collegio Cardinalizio, come il Sinedrio, era composto da 71 membri. Tale numero, tuttavia, è stato ampliato in tempi moderni. 
I membri del Collegio dei Cardinali sono chiamati Cardinali per un motivo. Cardinale significa capo, principale, preminente, o fondamentale. I Cardinali cattolici ricoprono la carica dei capi dei sacerdoti ebrei, che, insieme a scribi ed anziani, erano membri del Sinedrio. 
Il Sinedrio sceglieva il Sommo Sacerdote che diventava capo dello stesso, così come i cardinali nominano un Papa che è il capo del Collegio Cardinalizio. Il settantunesimo membro del Sahehdrin è il Sommo Sacerdote. 
La controparte cattolica del Sommo Sacerdote è il Papa, che, come capo del Collegio Cardinalizio è considerato il 71esimo membro. 

Un altro esempio dell’influenza talmudica sulla Chiesa cattolica romana è il culto di Maria. 
La Maria della Chiesa cattolica non è la Maria della Bibbia. Si tratta, infatti, la regina del cielo degli ebrei. Athol Bloomer rivela che Maria, equivale, nel giudaismo, alla Regina del Sabbath
La Kabbalah fa anche menzione di una regina guerriera chiamata Matronita che comanda gli eserciti del cielo contro i nemici per conto di Israele. 
Bloomer afferma che “Matronita è l’immagine sia della Chiesa Madre (chiesa cattolica romana) che della Madre di Dio”. Bloomer sostiene che vi sia un’equivalenza tra le figure di Matronita Shekinah e Maria
Daniel Matt nel suo libro Zohar, Il Libro dell’Illuminazione rivela che la Regina del Sabbath e Shekinah sono la stessa cosa. 
La dea cattolica, Maria, è la “regina del cielo” nella Kabbalah, a cui gli ebrei offrirono dolci e bevande fin dai tempi di Geremia. “Certamente anche noi bruceremo sacrifici e offriremo vino alla Regina del cielo! Prepareremo dolci con la sua immagine e le offriremo il vino. Poichè i nostri mariti sono d’accordo con noi” (Geremia 44:19) 
La Maria Cattolica (distinta da quella biblica) è una dea pagana, che nel 1950 fu “infallibilmente” dichiarata da Papa Pio XII assunta in corpo e anima al cielo e incoronata “Regina su tutte le cose.” 
Il problema di questo pronunciamento “infallibile” del papa è che è impossibile che Maria sia “regina di tutte le cose.” 
La Bibbia afferma in modo inequivocabile che Gesù Cristo “è il beato e unico sovrano, il Signore dei signori e Re dei re.” Timoteo 1 6:15. 
Gesù Cristo è l’”unico sovrano.” Unico! Maria, quindi, non può essere “la regina di tutte le cose.”! 

La Chiesa cattolica possiede una serie di misteri rituali che vengono recitati durante i rosari. L’obiettivo principale del Rosario cattolico non è Gesù, è Maria. 
Il ruolo di Maria nella nascita, nella morte e nella risurrezione di Cristo è esagerato e in alcuni casi fabbricato (in ben 12 dei 15 “misteri”). 
Uno dei “misteri” recitati durante il rosario cattolico è chiamato “il quinto mistero glorioso – L’incoronazione”
In questo mistero la Chiesa cattolica afferma che “Maria è la Regina del Cielo.” Una delle ultime preghiere del Rosario, rivolta alla dea cattolica “Maria”, è chiamata “Salve Regina”. 

La Maria della Bibbia non è una dea, era una donna eletta da Dio per essere la madre di Gesù. E’ morta come tutti gli altri e ogni tentativo di comunicare con lei attraverso la preghiera sarebbe da considerarsi peccato di negromanzia. 
Deuteronomio 18:10-12. “Infatti c’è un solo Dio e un solo mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù", (Timoteo 1 2:5). 
Che cosa pensa Dio di questa dea cattolica, Maria? “Dovrai adorare il Signore tuo Dio e servire solo lui.” (Luca 4:8) 

I GESUITI DIFFUSERO LA CORRUZIONE NELLA CHIESA 
Blizzard sostiene che la dottrina dei protestanti venne danneggiata dai talmudisti. Non vi è dubbio che le fazioni all’interno della Riforma protestante furono compromesse dalle credenze religiose giudaico / babilonesi. 
La corruzione giudaico / babilonese si sviluppò da Roma. Ad esempio, August Toplady (1740-1778), l’autore del famoso inno Rock of Ages, concluse che Jacobus Arminius (1560-1609) era un agente segreto dei gesuiti. 
Lo scopo di Arminius era quello di infettare la chiesa cristiana con la dottrina cattolica pagana. 
Arminius non fu l’unico agente cattolico romano inviato a minare la dottrina cristiana, ce ne furono molti altri. La conclusione di Toplady riguardo Arminius non fu il frutto di prove indiziarie. Gli stessi gesuiti rivelarono che Arminius era un loro agente segreto inviato ad avvelenare la dottrina delle chiese protestanti. 
William Laud (1573-1645), l’arcivescovo di Canterbury, stava lavorando segretamente con i gesuiti per infettare la Chiesa d’Inghilterra (anglicana) con la dottrina cattolica. Laud fu giustiziato per tradimento. 
Una corrispondenza segreta gesuita rivenuta dopo la morte di Laud confermò che l’Arminianesimo (dottrina di Jacobus Arminius) era stato progettato per minare la Chiesa d’Inghilterra. I Gesuiti sottolinearono nella lettera l’importanza dell’Arminianesimo: “Per tornare al discorso principale: – la chiave è nell’Arminianesimo.” 
Da quello che possiamo vedere oggi i Gesuiti sembrano aver avuto successo. 
Ora come ora ci sono solo piccole differenze tra le dottrine della Chiesa anglicana e quelle di Roma.

CONCLUSIONI
Penso che la chiesa cattolica non fu corrotta dall’interno ma naque gia iniquia e ingannatoria,infatti il vero Gesù (Yeshua) non creo mai culti ne chiese ne altre forme di istituzioni e ne mai fu crocifisso, la chiesa romana fu voluta per sopprimere il vero cristianesimo originario e gnostico, che si stava diffondendo in fretta, e costituire un culto nuovo che divenisse utile al potere per manipolare le masse, il periodo appunto fu l’impero di Costantino, in cui fu fondata la chiesa romana e i suoi corrotti sacerdoti proponendo i culti pagani e solari con nomi nuovi, i veri cristiani originari furono soppressi con durezza.
Naturalmente il ceppo misterico babilonese è presente sia nel culto cattolico, ebraico e islamico, e le loro derivazioni presentano lo stesso dio demoniaco spacciato per il vero Dio, che derivano come la stessa bibbia, dagli scritti sumerici, solo che invece di essere tanti dei venivano ora uniti in un unico archetipo.
Sulla venerazione di maria è assurdo e incredibile come la loro manipolazione sia cosi forte, come ben sottolineato da te, mettono questa dea addirittura sopra Dio stesso, basti sentire le preghiere per capire a che follia sono sottoposti le genti.
Ma il culto va riportato ad iside o isthar o dea madre, altro archetipo che succhia adorazione.
In sintesi i culti islamici, ebrei e cattolici sono la stessa cosa, hanno lo stesso dio demoniaco e presentano una versione occultata della religione misterica babilonese, da dove appunto derivano, basti pensare solo a quanto sangue hanno sparso queste 3 religioni, quanto guerre hanno iniziato e creato, e quante persone abbiano manipolato e inquisito, per capire che vi è qualcosa di veramente demoniaco.
La tattica è sempre dividi et impera, si creano 3 false divisioni religiose e si fanno ammazare le genti tra di loro, conseguente dominio e manipolazione totale delle masse e con le guerre li sacrificano ai loro dei demoniaci.

Fonte: 
http://www.henrymakow.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...