lunedì 15 aprile 2013

Thrive Movement - Prosperare sulla Terra

Ogni sistema vivente nel nostro amato pianeta è espressione eloquente della capacità del nostro universo di raggiungere un equilibrio perfetto e realizzare l'obiettivo della vita, prosperare. Prosperare è il flusso naturale della vita. Consideriamo una delle più grandi meraviglie al mondo, come un singolo uovo e un singolo spermatozoo dall'audacia irrefrenabile possano scatenare un processo che infine dia vita a un essere umano.


Un essere dalle grandi abilità e un illimitato potenziale, con un cervello capace di una complessa e altissima autoriflessione, gambe per danzare e correre, e dita capaci d'intrecciare un cesto, suonare un violino o accarezzare un volto. Se la natura ci insegna qualcosa è che il senso della vita è quello di funzionare, e che come ogni essere vivente il nostro scopo è quello di prosperare. Tuttavia per la maggior parte delle persone sul pianeta la vita è ben altro, è sopravvivere cercando di andare avanti.. Questo è davvero il meglio che possiamo fare...? L'universo ha avuto una gestazione di quattordici miliardi di anni solo per dare alla luce una specie che diventasse nemica della vita e della sua stessa casa? direi di no..! Mi chiamo Foster Gamble ed ho trascorso quasi tutta la vita nel tentativo di capire cosa è successo e cosa sta succedendo, le cause passate e presenti dell'agonia e della povertà sconcertanti di questo pianeta. Da giovane, spinto dalla miseria davanti ai miei occhi e dal timore per la nostra sopravvivenza, ho intrapreso un percorso alla ricerca di risposte a domande come "E' possibile per gli esseri umani prosperare? se sì, perchè non succede?"

La mia ricerca mi ha condotto in luoghi inaspettati, portando a sorprendenti scoperte che mentre in un primo momento sembravano scollegate si sono poi rivelate strettamente interconnesse, come vedrete. Ho trovato un codice, uno schema nella natura che è stato riportato nelle arti e nelle icone nel corso dei secoli, ritengo che tale codice contenga la chiave per trovare una nuova fonte di energia pulita e sostenibile, che potrebbe rivoluzionare le nostre vite. Ho capito finalmente la maniera in cui viene manovrato il nostro sistema economico e ho scoperto come possiamo rimediare. Dal mio viaggio è emerso come possiamo rivendicare il nostro potere per creare sistemi salubri e liberatori per tutta la vita sulla terra.
Mi sono reso conto che non siamo un errore, siamo semplicemente tratti in errore. Siamo stati resi ciechi dalla nostra luce, privati della nostra forza, ignoranti del nostro genio, inconsapevoli del nostro reale potenziale e magnificenza... ma tutto questo sta per cambiare..! 

 

THRIVE: What On Earth Will It Take?" ossia PROSPERA: Che Cosa Ci Vorrà Mai?  è un documentario non convenzionale che solleva il velo su quello che sta realmente accadendo nel nostro mondo, seguendo il denaro a monte – scoprire il consolidamento globale del potere in quasi ogni aspetto della nostra vita. Intrecciando innovazioni nel campo della scienza, coscienza e attivismo, Thrive offre soluzioni reali, che ci autorizzi con le strategie inedite e coraggiose per la bonifica dellle nostre vite ed il nostro futuro. Il mondo che abbiamo davanti in realtà è un velo che copre il vero mondo, quello di poteri occulti, quello che ci manipola, ci rende e ci ha resi schiavi da più tempo di quanto si possa immaginare!
Non stiamo parlando di decenni ma di secoli, anche se, io credo che si tratti addirittura di millenni. L’obbiettivo dei poteri occulti, è quello del controllo globale della civiltà sulla Terra e, potrebbero riuscirci se non apriamo gli occhi in tempo e cominciamo a fare qualcosa di concreto per evitarlo.

Il film documentario uscito negli Stati Uniti l'11.11.11 e arrivato a noi da - relativamente - poco tempo. Si sta diffondendo in questi mesi anche grazie al lavoro di traduzione in tutte le lingue per arrivare in tutti i paesi del mondo. In questi mesi c'è stato segnalato da più di un lettore, gira in modo importante su facebook e in rete, anche se contemporaneamente girano critiche e cauti appoggi.
Alcuni prendono le distanze perchè Gamble da anche spazio alle teorie, per taluni visionarie, del discusso David Icke ed evidentemente la paura di compromettersi schierandosi con il complottismo soft che incita alla ripresa del nostro potere come esseri umani liberi e degni di vivere in un mondo altrettanto libero e prospero, inquieta e spaventa. Non solo per la paura di ripercussioni ma forse non molti sanno dove vorrebbero andare se fossero liberi...
Forest Gamble fa accuse dirette ad alcune grandi famiglie americane che manipolano l'economia mondiale da (troppo) tempo e apre, gentile e implacabile, una serie di considerazioni delle quali non è male prendere atto e cominciare a ragionare sull'opportunità urgente di una visione di benessere che sia davvero per tutti, cominciando dalle piccole cose.

In questo film Foster Gamble, erede della Procter&Gamble, insieme alla moglie Kimberly, ci propone la sua visione, la sua ricerca e le sue considerazioni incitandoci ad aprire occhi, orecchie, e soprattutto il cuore, come ben spiega in più riprese anche grazie ai suoi studi scientifici.
Interessante la spiegazione semplificata del campo energetico (in geometria il Toro) che qualsiasi essere esistente possiede come creatura dell'evoluzione universale, il modello che ogni forma di vita emana come perfetto disegno del campo magnetico che siamo e con cui interagiamo.

La visione di questo film ci deve semplicemente aprire di più e collocare in un'intenzione di amore e di interesse per il diritto alla vita, alla gioia e alla prosperità di e per ciascun abitante di questo pianeta. Pertanto sospendiamo la critica e in parte ridimensioniamo le accuse di Gamble, o meglio intendiamole in un contesto evolutivo e produttivo (per non assorbirle come paure e memorie o per non fare considerazioni con quel tipo di logica inutile perchè solo teorica) e andiamo oltre guardando e agendo con gli occhi del cuore, come comunque lui per tutto il filmato consiglia. Anche perchè effettivamente è vero che "se continui a fare le stesse cose otterrai sempre i medesimi risultati", pertanto cominciamo a far qualcosa in più della critica e del bla bla bla in cui noi italiani siamo specialisti.

Il film, che dura due ore, è comunque a nostro parere da vedere. Per alcuni potrebbe essere allarmista e condivisibile solo in parte ma "quella parte" è importante perchè non chiede niente a nessuno, e non illude nessuno con deliri di onnipotenza o sogni non concreti, ma mette un punto sull'attuale situazione socio economica mondiale che comunque una svolta la deve prendere.
Con tutto l'amore che possiamo metterci da parte del cuore ma fisicamente e materialmente qualcosina è da fare. E noi siamo la sostanza della svolta.

Il video è fatto da un americano e rivolto soprattutto alla realtà di quella terra, ma non è poi così differente dalle realtà planetarie che sono ormai in un certo senso unificate e per altri versi rassegnate. Gamble parte del simbolo del Fiore della Vita, per arrivare agli ufo (qui è un pò discutibile in alcuni passaggi, ma non ci concentriamo sul... discutibile), dagli OGM al signoraggio, ai cerchi del grano, al Nuovo Ordine Mondiale per riplanare sull'amore e il senso effettivo di questa esistenza per l'anima e per il futuro dei nostri figli oltre che per l'adesso di tutti noi.

Il possibile mondo futuro secondo Forest Gamble con la regola della "non violazione":
Possiamo creare un mondo dove la gente può prosperare, dove sentirci al sicuro e dove l'aria, l'acqua e il cibo sono puliti. Un mondo dove le comunità sono in grado di produrre energia e cibo per se stesse e il commercio è aperto ed equo. Riceviamo notizie oneste da mezzi di comunicazione indipendenti, non esistono sussidi e salvataggi finanziari, immaginiamo tutto ciò in un sistema economico onesto con tasse limitate o assenti, bassi costi di elettricità e carburanti, dove avremo il denaro per pagare la nostra casa e l'auto, e saremo liberi di risparmiare e investire, avremo più ricchezza, libertà e sicurezza, il tutto lavorando in egual misura o prababilmente di meno. 
Qui puoi dare un'occhiata anche al sito interattivo Thrive Movement nato per supportare questo movimento di coscienze e molto altro.
Utopistico? "Da qualche parte si deve incominciare" diceva il vecchietto che con un cucchiaio si apprestava a spostare la montagna (come ci raccontano i Gendai Reiki con la loro "utopia" del Cerchio della Vita).

Buona visione e, come sempre, focalizziamoci SEMPRE partendo da una considerazione di Amore.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...