giovedì 16 aprile 2015

The Event - Cos'è l'Evento?

Ad un anno dalla scomparsa dell’aereo Malaysia MH370 e il recente disastro dell'Airbus della Germanwings e con le prime speculazioni, non prive di fondamento, circa un abduction del primo velivolo, mi è tornata in mente la serie TV “The Event”. Nella primissime puntate della serie, proprio un aereo civile viene fatto sparire, per essere successivamente dirottato su una conferenza dove il primo Presidente americano nero della storia si preparava ad informare l’umanità, circa la presenza aliena sul pianeta Terra.


“The Event” è una serie televisiva statunitense creata da Nick Wauters per la NBC. Negli Stati Uniti esordì il 20 settembre 2010, mentre gli episodi doppiati in italiano furono trasmessi già dal 28 settembre del medesimo anno. Ufficialmente a causa del calo degli ascolti, il 13 maggio del 2011 la serie fu sospesa.
Non è questa la sede per ripercorrere l’intreccio: d’altronde solo i fruitori ingenui si concentrano sulla trama, ignorando le altre componenti strutturali ed i valori estetici. “The Event” merita una breve recensione, perché costituisce un compendio di temi e situazioni che inanellano la storia eretica. Questi motivi conduttori si possono comprendere, se si rinuncia a tentare di inserire “The Event” in un sottogenere o in una commistione di sottogeneri. In “The Event”, le frequenti analessi, a differenza di quanto avviene in altri telefilm, adempiono una funzione per lo più esplicativa, a definire un po’ alla volta un quadro i cui aspetti salienti in nuce sono già quasi tutti nei primi episodi. 

Anche i personaggi sono costruiti seguendo un modello già delineato nelle parti introduttive: ad esempio, Sophia (nome evocativo...) Maguire è, sin dal principio, donna in cui la comprensione coesiste con un’energia che culmina, in casi estremi, nella durezza; anche nel Presidente degli Stati Uniti, Elias Martinez, albergano intenzioni contrastanti. In questo modo i personaggi non si distribuiscono in modo manicheo nei gruppi dei “buoni” e dei “cattivi”, nella tipologia del protagonista avversato dall'antagonista, con i rispettivi aiutanti, ma si dislocano in campi d’azione i cui confini tendono a spostarsi. 
Non si scatena una lotta tra il Bene ed il Male, ma una guerra per la sopravvivenza sicché non sapresti decidere con chi “schierarti”. Come si accennava, l’interesse di “The Event”, oltre che nel ritmo incalzante, nel montaggio dinamico, nella sceneggiatura efficace pur nella stringatezza delle comunicazioni telefoniche (i personaggi dialogano spesso al cellulare, secondo un vezzo tipico di molti telefilm recenti... è nato il sotto-sottogenere del cell-movie?), risiede soprattutto nella codificazione di circostanze scottanti. 

Eccole di seguito in successione alfabetica:
• Aerei che scompaiono misteriosamente 
• Basi extraterrestri
• Catastrofi planetarie
• Numeri dal significato simbolico
• Rivalità tra civiltà stellari
• Esperimenti genetici
• False flag
• Falsità dei media ufficiali
• Governo segreto
• Ibridi umano-alieni
• Microprocessore sottocutaneo
• Nuovo ordine mondiale
• Pandemie artificiali
• Pianeta X
• Portali
• Sfoltimento della popolazione
• Storia censurata
• Terremoti di origine non geologica 
• Vigilanti 
• Visitatori nella preistoria 

Scorrendo questo elenco, si comprende forse perché la serie fu interrotta. Molti si rammaricano della sospensione, ma, a ben vedere, la sceneggiatura di “The Event” è continuata e continua, trasferendosi dalla finzione nella realtà...

E' notizia purtroppo del 2011, e da allora tutto tace, che i numerosi fan delusi dalla prematura cancellazione di The Event da parte della NBC, causata dai bassi ascolti (?), potrebbero vedere una degna fine dello show con una miniserie.
Inoltre, al tempo, il produttore Steve Stark rivelò che lo sceneggiatore Nick Wauters aveva preparato un'intera "bibbia" che fissava gli obiettivi da raggiungere nel corso delle varie stagioni, già da prima che la NBC approvasse l'episodio pilota... ma a questo punto sarà difficile scoprire il segreto che si cela dietro l'Evento:
SPOILER:
Il titolo della serie viene spiegato solamente nell'ultimo episodio della prima stagione. Simon Lee, un dormiente infiltrato alla Casa Bianca, ribellatosi a Sofia, racconta a Sean Walker che umani e alieni hanno un'origine comune. Anzi, specifica che gli alieni erano sulla Terra da molto tempo prima di loro, ma sono stati costretti a lasciare il pianeta, senza specificare altri particolari. Un eventuale ricongiungimento tra le due razze avrebbe generato quello che, secondo una leggenda tramandata tra gli alieni, viene chiamato l'evento: questo sarebbe risultato nella nascita di un nuovo essere superiore, causando però la distruzione delle due razze originarie. 


Fonti: 
http://zret.blogspot.it/
http://it.wikipedia.org/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...